Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

ITALIA: what else?

Grazie all’ associazione Lion youth club exchange ho avuto l’opportunità di partecipare a questo progetto in Austria chiamato “Sound of music”.
Prima di partire non sapevo come sarebbe stata questa esperienza e non sapevo neanche se sarei riuscita ad esprimere me stessa e le mie emozioni con una lingua come l'inglese che non ero abituata ad utilizzare tutti i giorni.
Ma sin dalla prima settimana in host family mi sono ricreduta. Ho avuto la fortuna di avere una host mother (anche lei una Leo) molto accogliente che ogni giorno organizzava una diversa esperienza da fare. Già dalla prima settimana avevo avuto l'opportunità di conoscere altri ragazzi che avevano aderito a questo progetto e che stavano in altre famiglie ospitanti che vivevano nella mia stessa città ovvero Wels.

Continua su pdf

L’esperienza dello scambio giovanile Lions è stata veramente ricca di insegnamenti, mi è andata di fortuna perché la famiglia in cui mi sono ritrovata era molto amichevole e affettuosa, conoscevano l’inglese per cui siamo riusciti a conversare senza alcun problema e proponevano iniziative interessanti per passare le giornate assieme visitando le città.
Ci siamo ritrovati qualche giorno anche con altri ragazzi che facevano lo scambio da altri paesi che avevano la famiglia lì vicino e che mi sarei trovata anche al camp, quindi ho avuto modo di fare amicizia fin da subito.

The experiences lived and the emotions felt in those 2 weeks, and in general during my Exchange, are many, alive and engraved in my memory.
I had the opportunity to meet different cultures, to improve my language skills in English and above all to really realize that language and geographical distance are not a limit. That in the end we are all young guys with dreams and hopes for the future, with the desire to have fun, to grow and to fulfill themselves.
I fell in love these days, and when I say in love I mean by vocabulary that the mutual feeling of attention, desire to be together, emotional involvement was and is very strong.

Continua su pdf

I really loved the Sound of Music camp, I think it is a good idea to allow people from different nations not only  to meet and know each other, but to sing and play music together. 
In my opinion playing music is the best way to create a group. In fact we had to work together to sing well in the choir and for me this made us be more friends.
Unfortunately I couldn’t participate to the first concert together with all my friends because of my illness, but I think that the sense of welcome I felt when I came back from the hospital was the best experience I had.