Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Nr. Tot. Nr. Dest. Destinazione Titolo Report Autore Distretto Lions Distr. N. Report
1 1 Austria E’ stato un percorso veramente importante Sara Monsorno 108 Ib 3   Ia1  
2 2 Austria Mutual feeling of attention, desire to be together, emotional involvement Fabiana Bonaiuto 108 Ab   Ia2 1
3 1 Belgio Curiosità priva di pregiudizi Matilde Cigliano 108 La   Ia3  
4 1 Danimarca Pianure sterminate, dominate da pale eoliche Agnese Lenni 108 La   Ib1 7
5 2 Danimarca Our skill to work in groups had been tested Federica Catalano 108 Ab   Ib2  
6 1 Estonia Abbiamo formato un grande gruppo solido Giorgia Longo 108 IB3   Ib3 4
7 2 Estonia Nazione giovane e pratica che guarda al futuro con occhi radiosi Michelangelo Marioli 108 La   Ib4  
8 1 Finlandia Ho scoperto una b ellissima nazione Francesco Bruzi  108 La   Ta1  
9 2 Finlandia Momenti che resteranno con me per sempre Cristina Di Scetta 108 Ib 1   Ta2  
10 3 Finlandia … avevo perso la curiosità di viaggiare… Leonardo Civardi 108 Ib 3   Ta3  
11 4 Finlandia Taste of life… Miriam Metafuni 108 Ab   Tb 1
12 5 Finlandia Far from the darkness Sara Patano 108 Ab   La 11
13 6 Finlandia Il mio viaggio in Finlandia Claudia Invernizzi 108 Ib 1   A 3
14 7 Finlandia La Finlandia: non avevo assolutamente una chiara idea di come fosse Alessandro Camesasca 108 Ib 1    
15 1 Francia Come potevano tre settimane cambiare qualcosa che diciannove anni avevano formato? Giacomo Guzzi 108 Ib 1   Ab 11
16 2 Francia Merci France! Maria Lucia Barbaro 108 Ab   Ya  
17 3 Francia Esperienza che ti cambia la vita Alessandro Ognibene 108 Tb   Yb  
18 4 Francia Ho vissuto a pieno la cultura e il modo di vivere francese Lorenzo Cantini 108 La   ? 3
19 1 Germania Non mi aspettavo una esperienza così bella e costruttiva Jacopo Metruccio 108 Ib 1   TOT 41
20 2 Germania Una bellissima sorpresa Anna De Vizzi 108 IB3      
21 3 Germania Ho vissuto due settimane intense Gabriele Giacchero 108 Ia2      
22 1 Irlanda Nice to be of help to the community Sofia Mellone 108 Ab      
23 2 Irlanda Un turbinio di nuove compagnie Margherita Pascucci 108 Ab      
24 1 Lituania Un sogno realizzato Federico Zarcone 108 La      
25 1 Norvegia Experience different cultures Cesare Alexander Genco 108 Ab      
26 2 Norvegia Staccare la spina Lucio Martini 108 Ab      
27 1 Olanda Report di fine esperienza Marianna Franchini 108 La      
28 1 Olanda An amazing experience Davide Ricupero 108 Ab      
29 2 Olanda Opportunità di apertura mentale Lavinia Cantini 108 La      
30 1 Portogallo Aurora… in Portogallo Aurora Saligari 108 Ib 1      
31 1 Slovacchia / Rep Ceca Serate sotto le stelle con ragazzi di tutta Europa Davide Bossi 108 Ib 1      
32 1 Slovenia Compare yourself with kids fron different countries Alessandta D’ambrosio  108 Ab      
33 1 Spagna After two years of stop, here we are!!! Federica Pinto 108 Ab      
34 2 Spagna My experience in Spain Marta Belotti ?      
35 3 Spagna La mia esperienza in Spagna Elena Grieco ?      
36 4 Spagna Il caminito del rey Federico Pagnoni ?      
37 1 Svezia Oltre il circolo polare artico Maria Giulia Giacomoni 108 Ab      
38 1 Svizzera It had been quite hard to say bye Ginevra Ciardi 108 La      
39 1 Turchia Teşekkürler Turkey Chiara Maria Di Noia 108 Ab      
40 2 Turchia Esperienza incredibile Francesco Caverni 108 La      
41 3 Turchia Istanbul Fashion & Culture - Turkey Annagiulia Caverni 108 La      

Questa mia prima esperienza di scambio giovanile rappresenta per me qualcosa di unico e di indimenticabile.
La prima settimana con la famiglia mi ha permesso di scoprire una cultura e degli usi differenti da quelli che conosco grazie alla incredibile disponibilità del mio fratello ospitante, Teo, il quale mi ha fatto vivere numerose esperienze nella città di Malaga, per esempio la visita del centro città con i rispettivi monumenti ( il castello Alcazaba, il duomo, l’anfiteatro romano e il teatro cervantes), i vari pasti sul lungo mare dove ho potuto assaggiare numerosi piatti tipici ed infine le gite fuori porta come la camminata che ci ha portati sulla cima del monte san ánton e la più suggestiva di tutte: il caminito del rey che si sviluppa completamente sopra ad un canyon.
Per quanto riguarda il periodo di tempo che ho passato al camping, posso dire che sono stati dei giorni fantastici sia per il gruppo che si è formato, sempre incline a scoprire le varie differenze culturali dei paesi rappresentati da noi ragazzi  e sia per le attività educative e ricreative che ci sono state proposte. In particolare un ringraziamento va fatto a Gemma per aver organizzato tutto con una straordinaria forza di volontà, e a Raffy che con le sue attività e con la sua simpatia ha aiutato a conoscerci a vicenda in maniera molto più approfondita  di quanto non si faccia normalmente oggigiorno. Il risultato di questo viaggio è dunque positivo in quanto sono ancora in contatto con alcuni dei ragazzi conosciuti e spero dunque di ripetere al più presto questa incredibile esperienza per conoscerne di nuovi.

Partire con i Lions è stata una delle esperienze migliori della mia vita!
Sin da quando a scuola è stata proposta l'iniziativa di questo scambio, ho desiderato di riuscire a cogliere questa opportunità e quando, dopo mesi, mi è stato comunicato che sarei partita per la Spagna, non avrei potuto essere più felice, essendo questo Stato proprio uno di quelli che avevo indicato tra le mie preferenze.
A fine giugno sono partita e mi sono ritrovata catapultata in un ambiente totalmente nuovo. 
Ho trascorso la prima settimana in famiglia a Malaga e sono certa che sia stata una delle settimane più belle che io abbia mai vissuto.
Sono stata a contatto con una cultura che, per quanti punti in comune possa avere con quella italiana, ha anche molti aspetti differenti. Ho conosciuto un sacco di persone nuove, stretto amicizie e potuto far pratica con la lingua, cosa di cui vado molto orgogliosa e di cui farò tesoro per il mio futuro.

Il campo è iniziato il 22 di luglio ed è terminato il 12 di agosto, 20 giorni veramente intensi!
I primi dieci giorni li ho vissuti in due famiglie stupende che mi hanno fatto vivere a pieno la cultura e il modo di vivere francese. Per quanto mi riguarda, oltre alle bellissime esperienze che le famiglie mi hanno fatto fare e di cui parlerò dopo, la caratteristica più interessante di questa parte del viaggio è stata il dover imparare a comunicare nonostante tutte le possibili barriere linguistiche che ci potessero essere. 
Con entrambe le famiglie ho vissuto a Blaye, la cui cittadella interna è diventata patrimonio dell’UNESCO nel 2008.
I primi tre giorni sono stati molto intensi e mi sono ritrovato immerso in una realtà che non conoscevo, ovvero quella delle bande musicali.
Per puro caso quest’anno era il sessantesimo anniversario del gemellaggio tra la banda della città di Blaye e di una città tedesca. 

Questa estate ho avuto l’opportunità di fare un’esperienza unica dal 9 al 27 luglio nei Paesi Bassi, grazie ai Lions Club e i Lions Youth camps & Exchange. L’esperienza si è articolata in due fasi: la prima presso una host family facente parte di un Lions Club e la seconda presso un Lions Camp.
La mia permanenza con la famiglia ospitante è avvenuta a Berlicum, un piccolo paesino. Qui sono rimasta per una settimana, insieme ad un’altra ragazza polacca della mia età, anche lei partecipante del programma Lions. Sin dal primo giorno mi sono sentita parte integrante non solo della famiglia, ma di tutto il paese.

This summer I have been for the first time in a camp with the Lions Exchange program: the Lions Costablanca camp in Benidorm, Spain.
This experience was completely different from my trip in Greece of three years ago because there I spent two weeks in two different host families, while the camp is organized mostly with the purpose of get to know boys and girls from all over the world and create a true friendship with the hope that it will last in time.
During all the two weeks that I spent in Spain I have met wonderful people that were living this experience for the first time as me. We were almost 20 campers and especially during the second week we created an united group having a lot of fun, thanks to all the activities that were organized for us. Benidorm is actually a city full of thing to; there we in fact went in several amusement parks and also in two zoo that I really enjoyed.

Continua su pdf

Il 23 luglio sono partita per il mio ultimo viaggio con gli scambi giovanili.
Questa volta è stato un po' diverso perché ho trascorso tutte e tre le settimane di permanenza in Svezia nel campo con gli altri ragazzi. Penso che l'esperienza in famiglia sia molto bella ma ho apprezzato moltissimo poter trascorrere tre settimane con i ragazzi perché ho avuto modo di conoscerli meglio e di stringere legami più forti, legami che spero si manterranno nel tempo.
Dopo l'atterraggio all'aeroporto di Arlanda, siamo partiti tutti e 17 verso Jokkmok, oltre il circolo polare artico. Qui abbiamo trascorso un paio di giorni in tenda, visitando un orto botanico in cui si trovavano tutte le piante artiche ed esplorando le foreste della Lapponia.
Successivamente ci siamo spostati a Skelleftea dove abbiamo trascorso un paio di giorni per poi scendere ancora verso Pitea.
Qui abbiamo incontrato Karl, un membro dei Lions incredibilmente gentile e simpatico che si è preso cura di noi e ci ha sopportati per una settimana. Il tempo trascorso in questo campo è stato forse il mio preferito soprattutto la visita alle cascate.

Il 24 luglio sono partita per una esperienza che mi ha cambiato la vita. Il luogo che ho visitato è stato la Turchia, ma in particolar modo Istanbul; la durata del viaggio è stata 22 giorni di cui 11 con l’host family e 11 con il camp. Essendo il mio primo YCE non sapevo esattamente che aspettarmi, ma si è rivelata essere un’opportunità oltre ogni immaginazione.
I primi 11 giorni ho potuto vivere la tipica vita di metropoli: ogni giorno con la mia host sister raggiungevamo attraverso i mezzi di trasporto pubblici diversi punti della città per vedere posti indimenticabili. Usare i mezzi di trasporti pubblici è stato veramente incredibile: mi ha permesso di integrarmi e vedere più da vicino la realtà giornaliera; da non tralasciare la loro efficienza, utilizzando le Istanbul Card era possibile accedere a tutto: tram, metro, treno, traghetto, bus. La città si è rivelata mozzafiato, accanto a grandissimi grattacieli si erigono le più belle moschee e solamente con 40 minuti di traghetto si può giungere alla tranquillità di isole con panorami mozzafiato. Fortunatamente la famiglia è stata molto accogliente e gentile, ho avuto la possibilità di legare con la mia host sister e l’essere diventate grandi amiche ha reso tutto più piacevole e divertente.
Al termine della prima parte del mio exchange è iniziato il camp.

Come premessa ci tengo a dire che questa è stata un esperienza molto bella, sana e soprattutto molto interessante dal punto di vista sociale.
Partendo dalla prima settimana in Norvegia ospitati da Helle, io a livello personale mi trovavo in una condizione per la quale avevo finito la scuola e gli allenamenti sportivi non da molto e la mia primissima necessità era indubbiamente quella di "staccare la spina".
Penso che non ci fosse assolutamente nessun miglior modo per farlo, che in una casa in mezzo al nulla nelle foreste norvegesi, insieme a persone da tutto il mondo.
È stata quella un' esperienza mai provata prima, assolutamente fuori dal comune e che mi è piaciuta moltissimo, è scontato dire che a livello di vitto, alloggio e organizzazione Helle è stata impeccabile ed è filato tutto liscio. Passando invece alle due settimane passate al Campus con tutti gli altri ragazzi, penso che si sia raggiunto lì il culmine de veri scambi culturali.
Convivere H24, avere lunghe conversazioni organizzarsi per uno show finale, fare attività di ogni genere ed escursioni con persone da tutto il mondo (India, Brasile, Messico ecc...)
Trovo che sia stata, ribadisco, una delle esperienze più interessanti della mia vita.
Non mi sono dilungato troppo sugli aspetti organizzativi siccome più che affermare che sono stati impeccabili non saprei cos'altro scrivere.
Ci tengo infine a ringraziarvi ulteriormente per avermi permesso di vivere un'esperienza del genere. 

 

Organizzare questo scambio è stato complicato, avevo quasi rinunciato quando è arrivata la notizia della possibilità per un posto in Irlanda.
Pensare che mi sarei potuta perdere quest’esperienza mi rattrista oltre ogni dire.
Sono tornata arricchita di un turbinio di nuove compagnie, nuove parole in altre lingue, nuove ricette e nuove sensazioni; ma soprattutto, una nuova concezione di condivisione e servizio. Mettersi a disposizione degli altri è stato il focus principale di questo viaggio. È stato unico. Spero che tutte le persone che andranno troveranno quello che ho trovato io. Nuove cose, si, ma anche un piccolo pezzo in più da aggiungere a sé stessi e alla persona che si vuole diventare.

 

La mia esperienza con i Lions si è appena conclusa e mi rimarrà sempre nel cuore per l’intensità delle emozioni che ho provato. 
Ho condiviso momenti culturali importanti e ho visitato luoghi inaccessibili ad altri… 
La compagnia dei miei coetanei è stata ottima ma la differenza l’ha fatta la sig. Frauke Koch che ci ha coccolati come dei figli. 
Grazie a lei il viaggio è stato dinamico e altamente culturale, offrendoci proposte al di sopra delle nostre aspettative.  Abbiamo visitato musei, aziende, edifici storici, ristoranti e abbiamo svolto attività sportive originali in luoghi incontaminati. 
Condividere un mese con persone straniere mi ha arricchito profondamente conoscendo i loro usi e costumi  e apprezzando culture diverse dalla mia.
La famiglia ospitante è stata molto accogliente. Pur essendo molto numerosa ci ha introdotto con gioia nella loro quotidianità. Abbiamo vissuto due settimane intense e mai mi sono sentito un estraneo legando fin da subito con tutti e creando delle amicizie forti e vere. 
Mi sento onorato di aver avuto la possibilità di partecipare al programma “YCE”, grazie al quale ho anche migliorato notevolmente la conoscenza della lingua inglese. 
Spero non sia un addio ma solo un arrivederci. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questa meravigliosa esperienza. 

Il Lions Youth Exchange in Estonia è stato il viaggio all’estero più bello della mia vita, un’esperienza arricchente, stimolante, coinvolgente, in cui ho fatto amicizia con tante persone che mi hanno voluto bene.
Partirei col descrivere i primi 10 giorni passati con la famiglia a Viimsi, una trentina di chilometri a nordest di Tallinn, paesino tranquillo, rilassato, in una zona benestante, con la spiaggia di Haabneeme a due passi come valore aggiunto importantissimo.
Riina, la madre ospitante, si è presa cura di me e del mio compagno di viaggio Leonardo (tra l’altro lui è di Perugia, io della Valtiberina toscana, quindi diciamo vicini di casa) con tutte le attenzioni immaginabili, ci ha fatto assaggiare tutti i cibi e le bevande tipiche estoni, tra cui abbondavano aneto, patate, burro, panna acida, cetrioli, spratt (una specie di acciughe marinate intere che avevano più sapore di sgombro), acqua con varie erbe e bacche infuse ma anche chicche come la focaccia alla farina d’orzo, la torta al rabarbaro, il kama ( un muesli di cereali misti) e la Kali, bevanda analcolica nazionale, quasi una Coca-Cola ma al gusto di pane nero di segale fermentato, lo stesso che mangiavamo tostato a colazione. Io sono un amante del cibo, soprattutto dei sapori tipici della tradizione, e mi è piaciuto veramente ogni piatto cucinato da Riina, cuoca davvero unica!

 

Nr. Tot. Nr. Dest. Destinazione Titolo Report Autore Distretto Lions Distr. N. Report
1 1 Austria E’ stato un percorso veramente importante Sara Monsorno 108 Ib 3   Ia1  
2 2 Austria Mutual feeling of attention, desire to be together, emotional involvement Fabiana Bonaiuto 108 Ab   Ia2  
3 1 Belgio Curiosità priva di pregiudizi Matilde Cigliano 108 La   Ia3  
4 1 Danimarca Pianure sterminate, dominate da pale eoliche Agnese Lenni 108 La   Ib1 7
5 2 Danimarca Our skill to work in groups had been tested Federica Catalano 108 Ab   Ib2  
6 1 Estonia Abbiamo formato un grande gruppo solido Giorgia Longo 108 IB3   Ib3 4
7 1 Francia Come potevano tre settimane cambiare qualcosa che diciannove anni avevano formato? Giacomo Guzzi 108 Ib 1   Ib4  
8 2 Francia Merci France! Maria Lucia Barbaro 108 Ab   Ta1  
9 3 Francia Esperienza che ti cambia la vita Alessandro Ognibene 108 Tb   Ta2  
10 1 Finlandia Ho scoperto una b ellissima nazione Francesco Bruzi  108 La   Ta3  
11 2 Finlandia Momenti che resteranno con me per sempre Cristina Di Scetta 108 Ib 1   Tb 1
12 3 Finlandia … avevo perso la curiosità di viaggiare… Leonardo Civardi 108 Ib 3   La 7
13 4 Finlandia Taste of life… Miriam Metafuni 108 Ab   A  
14 5 Finlandia Far from the darkness Sara Patano 108 Ab    
15 6 Finlandia Il mio viaggio in Finlandia Claudia Invernizzi 108 Ib 1      
16 7 Finlandia La Finlandia: non avevo assolutamente una chiara idea di come fosse Alessandro Camesasca 108 Ib 1      
17 1 Germania Non mi aspettavo una esperienza così bella e costruttiva Jacopo Metruccio 108 Ib 1   Ab 11
18 2 Germania Una bellissima sorpresa Anna De Vizzi 108 IB3   Ya  
19 1 Irlanda Nice to be of help to the community Sofia Mellone 108 Ab   Yb  
20 1 Lituania Un sogno realizzato Federico Zarcone 108 La   TOT 30
21 1 Norvegia Experience different cultures Cesare Alexander Genco 108 Ab      
22 1 Olanda Report di fine esperienza Marianna Franchini 108 La      
23 1 Olanda An amazing experience Davide Ricupero 108 Ab      
24 1 Portogallo Aurora… in Portogallo Aurora Saligari 108 Ib 1      
25 1 Slovacchia / Rep Ceca Serate sotto le stelle con ragazzi di tutta Europa Davide Bossi 108 Ib 1      
26 1 Slovenia Compare yourself with kids fron different countries Alessandta D’ambrosio  108 Ab      
27 1 Spagna After two years of stop, here we are!!! Federica Pinto 108 Ab      
28 1 Svizzera It had been quite hard to say bye Ginevra Ciardi 108 La      
29 1 Turchia Teşekkürler Turkey Chiara Maria Di Noia 108 Ab      
30 2 Turchia Esperienza incredibile Francesco Caverni 109 La      

Mi chiamo Claudia Invernizzi, ho 19 anni, e quest’estate ho avuto la possibilità di trascorrere 3 magnifiche settimane in Finlandia grazie al Lions Club Castello Brianza Laghi.
Sono partita il 18 luglio 2022 dall'aeroporto di Milano Malpensa con molta emozione e un pò di agitazione iniziale, trattandosi del mio primo viaggio completamente sola. Fortunatamente con me c’era un altro ragazzo italiano con il quale ho fatto scalo ad Helsinki e ho preso un altro aereo diretto nella cittadina di Vaasa.
Nella tratta Helsinki-Vaasa ho conosciuto alcuni dei ragazzi che mi avrebbero accompagnata nella mia esperienza al camp, due settimane dopo (01-07 agosto).
E’ a Vaasa che ho conosciuto le mie due host sisters, Julia e Johanna, di 21 e 22 anni, e con le quali ho trascorso la maggior parte del tempo nelle due settimane a venire insieme ad un’altra ragazza serba, Tamara.
I miei host parents erano spesso occupati con il lavoro in fattoria ma, quando eravamo riuniti, cercavano spesso di interagire con noi approfondendo le loro conoscenze sui nostri rispettivi Paesi e noi facevamo altrettanto nei loro confronti.

La Finlandia: non avevo assolutamente una chiara idea di come fosse. 
La immaginavo come un luogo freddo e pieno di palazzi, con gente distaccata e poco socievole. Una volta sbarcato abbiamo atteso che arrivassero gli ultimi campers e saliti su un autobus ci siamo diretti al campo.
Quello che ci circondava erano distese infinite di boschi di betulla con ogni tanto qualche casetta di legno pitturata in maniera fiabesca.
Appena arrivati ad Eerikkilä, il sito dove si sarebbe svolto il nostro campo, i camp leaders ci hanno accolto ed è così iniziata la nostra esperienza.
Nei primi giorni molti tra cui io stesso hanno incontrato la difficoltà dell’approccio e della comunicazione con persone di lingua e paesi diversi, ma la curiosità e la voglia generale di conoscersi ci ha permesso dopo poco, grazie anche ai camp leaders, di superare questi ostacoli.

Quest’estate ho ricevuto l’incredibile opportunità di partecipare agli scambi giovanili Lions.
Ho trascorso tre settimane nella regione settentrionale della Turchia, vivendo con una gentilissima famiglia del posto a Bursa per la prima metà della mia permanenza e per il restante visitando città stupende come Çanakkale e Istanbul, scoprendo luoghi, sapori ed attività tanto diverse quanto interessanti con uno straordinario gruppo di ambasciatori Lions provenienti da tutto il mondo e di staff competente ma comunque alla mano.
Sono atterrato all'aeroporto di Istanbul il 24 luglio, pieno di bagagli quanto di emozione e aspettative.
Ho subito incontrato alcuni membri dello staff del campo insieme alla mia nuova famiglia, eccitata e agitata quanto me, ma rapidissima nell’accogliermi calorosamente come un parente.
Siamo quindi andati a Bursa, dove sarei rimasto per le due seguenti settimane.

Le tre settimane passate al campo Lions in Belgio sono state tra le più belle di tutta la mia vita.
Entrambe le famiglie con cui ho passato la mia prima settimana sono state accoglienti e hanno fatto di tutto per farmi sentire a casa, coinvolgendomi al massimo nelle loro attività, quali gite in bicicletta, pranzi e cene con parenti e amici, canottaggio nei fiumi vicini, ma anche creandone di alcune solo per me, portandomi a visitare alcune città e luoghi di interesse. Sono riusciti in pochi giorni a farmi sentire completamente a mio agio e ad apprezzare al massimo le loro abitudini, per quanto differenti dalle mie esse fossero.

Hello , I'm Ginevra Ciardi and I want to tell you about the experience that I had in one month in Switzerland.
In this month I visited so many beautiful places around Switzerland : from the highest mountains to all the different lakes and rivers; I've seen all the different types of views.
I've learnt so many things about the culture and the history of this amazing country .
I've also tried the typical food and the typical traditions.

È stata una bellissima esperienza che sicuramente non mi sono pentita di fare!!
Inizialmente prima di partire devo ammettere che avevo paura ed ero quasi spaventata da che cosa avrei dovuto affrontare e trovare in un Paese di cui non avevo mai sentito parlare molto e in cui non ero mai stata, inoltre questo è stato anche il mio primo scambio e la prima volta in cui lasciavo la mia famiglia per così tanto tempo.
Quindi nonostante avessi moltissimi dubbi mi sono trovata da subito molto bene: la mia famiglia è stata molto ospitale e gentile, se avevo bisogno di qualcosa erano sempre pronti per cercare di farmela avere, l’intera famiglia è stata dolce e simpatica.

Ad inizio 2022 ho ricevuto inaspettatamente l'opportunità di vivere l'esperienza di uno scambio giovanile con l'associazione Lions.
A Luglio sono partita da Milano con un aereo direzione Dusseldorf, Germania.
Sono una persona ansiosa e, devo essere sincera, temevo di non trovarmi bene, di faticare ad allinearmi con coetanei che, in quanto avevano deciso di partire per questa esperienza, immaginavo molto estroversi, super avventurosi, con un inglese fluente.