Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Dall'8 al 31 Luglio ho preso parte al progetto Lions e sono andata in Francia, nella zona delle Rhone Alpes.
La prima settimana sono stata accolta da una famiglia del posto, vicino Grenoble, che mi ha ospitato benevolmente e mi ha portato a conoscere alcune bellezze del posto (la stessa Grenoble, una mostra su Arcabas, la festa per la presa della Bastiglia,...).

Durante il mio scambio culturale in Bretagna ho avuto l’occasione di visitare l’intera regione scoprendone le tradizioni e i paesaggi. I primi 10 giorni li ho passati in vacanza in Ilê-de-Brehat con la famiglia che era molto disponibile, gentile ed entusiasta di ospitarmi; mi sono trovata molto bene con tutti i membri della famiglia e ho avuto modo di conoscere la loro cultura, specialmente culinaria. 

La mia esperienza in Finlandia è stata fantastica, i primi giorni sono stati molto difficili in quanto la mia valigia era stata persa ma alla fine si è risolto tutto per il meglio.
Sono stata via in totale venti giorni dei quali ne ho trascorsi dieci nel camp con altri ragazzi da tutta Europa e dieci in famiglia.

Continua su pdf

Quest’estate ho ricevuto l’incredibile opportunità di partecipare agli scambi giovanili Lions per la prima volta.
Ho trascorso tre settimane in Germania a Württemberg, vivendo con una gentilissima famiglia del posto, per la prima settimana della mia permanenza.
Sono atterrata all'aeroporto di Stoccarda il 30 luglio, piena di emozione e aspettative.
Ho subito incontrato alcuni membri dello staff del campo insieme alla mia nuova famiglia, rapidissima nell’accogliermi calorosamente e hanno fatto di tutto per farmi sentire a casa, coinvolgendomi al massimo creando attività, portandomi a visitare alcune città e luoghi di interesse. Sono riusciti in pochi giorni a farmi sentire completamente a mio agio e ad apprezzare al massimo le loro abitudini, per quanto fossero differenti dalle mie.
Le due settimane successive passate al campo Lions sono state una bellissima esperienza e costruttiva.
Scoprendo luoghi, sapori ed attività tanto diverse quanto interessanti.

 

Chi trova un amico trova un tesoro.
Mai questa frase nella mia vita ha avuto tanto significato.
Sono partito alla volta dei Paesi Bassi ad inizio luglio.
All’aeroporto l’host family mi ha subito accolto calorosamente, e quello non era che l’inizio di una splendida settimana passata insieme, a stretto contatto con la cultura e la tradizione locale del sud dello Stato. Mi hanno perfettamente integrato nei loro costumi ed abitudini, facendomi partecipare ad un sacco di attività meravigliose, come il volo in deltaplano e il canottaggio, oltre ad accompagnarmi e a guidarmi attraverso svariate città della zona. Sono riusciti a farmi quasi sentire parte della famiglia.
Alla fine della settimana mi hanno accompagnato al campo dei lions, dovrei avrei incontrato altri 32 ragazzi provenienti da tutt’Europa, dalla Danimarca alla Francia, dalla Turchia alla Finlandia. Nel momento che ho imboccato l’entrata dell’edificio principale, ho subito capito che quei 10 giorni sarebbero stati tra i più belli della mia vita, e di fatto non sbagliavo: tra una biciclettata e una partita di pallavolo il legame tra tutti noi non ha fatto che farsi sempre più stretto. Ogni momento era buono per scambiare opinioni o solamente chiacchierare con tutti, come se ci conoscessimo da una vita. Nessuno aveva pregiudizi di alcun tipo, anzi: la costante integrazione spontanea e reciproca tra tutti noi è stato il punto focale delle relazioni createsi all’interno del gruppo. Ruolo importantissimo lo ha anche giocato il Junior staff, che ha saputo sia magistralmente supervisionare le attività sia trattarci direttamente da fratelli minori, aiutandoci nel bisogno e condividendo momenti di divertimento. Ho conosciuto persone incredibili, che spero di tenermi stretto per tutta la vita; questo perché, come dicevo all’inizio, “chi trova un amico trova un tesoro”, che dura per sempre.
Quest’anno ho avuto l’occasione di prendere parte agli scambi all’estero con i Lions.
Ho trascorso 10 giorni in un campus della Turchia assieme ad altri ragazzi e ragazze provenienti da tutto il mondo.
Appena arrivata all aeroporto sono stata accolta da due ragazze dello staff e assieme ci siamo recati all’hotel tramite il tram. Fino da subito ci hanno fatto fare differenti attività di conoscenza. A mio parere molto utili ed efficaci che ci hanno fatto subito creare un legame molto forte.
Le attività svolte e praticate sono state varie e piene di invenzione, sicuramente molto coinvolgente . Ciò che mi ha colpita maggiormente sono state le visite alle moschee in quanto permetto di immedesimarti pienamente nella cultura turca.
È stata un’esperienza unica e irripetibile consigliata a tutti i giovani.

My trip to Norway began when I was hosted by a wonderful Norwegian family, who hosted 10 kids in their holiday home in Sweden.
The family guaranteed us food at will and every day we were presented with a different activity.
We visited in Sweden, a lake near the house that we stayed where we bathed and spent 2 pleasant afternoons in the middle of nature.
Everyone had their own room and on campus there were 3 Italians with whom I could get settled more easily, also the guys inside the house were great, which enriched me culturally thanks to the differences of their traditions.
After last week in Sweden we changed state and arrived in Norway.

Quest’estate ho avuto l’opportunità di passare 3 settimane in germania a Kassel, una cittadina molto bella e piena di aree verdi. Ho passato una settimana in famiglia, nella quale mi sono trovata totalmente a mio agio, e tutti i componenti sono stati molto disponibili con me. Sono stata veramente fortunata a trovare una famiglia così disponibile e piena di affetto, che mi ha fatto conoscere meglio la città e altre zone della Germania.
Dopo questa settimana ho trascorso le rimanenti settimane in un campo con altri 18 ragazzi provenienti da 10 nazioni diverse.
Sono stati giorni bellissimi, nei quali ho conosciuto persone fantastiche e culture dierenti dalla mia; ho avuto l’opportunità di confrontarmi con ragazzi della mia età e non, che mi hanno saputo aprire il cuore e la mente. Oltre ai ragazzi devo ringraziare tutti i collaboratori dei Lions che ci hanno accompagnato ovunque e con i quali abbiamo potuto legare un rapporto più stretto.

Mi chiamo Umberto Ghedini e durante l’ estate 2022, più precisamente dal 16 Luglio al 6 Agosto, ho avuto l’ opportunità di viaggiare con il Lions Club.
Il mio scambio giovanile si componeva di due parti, una prima settimana in famiglia ed il resto in campus con ragazzi provenienti da tutto il mondo.
Se dovessi utilizzare una parola per descrivere la mia esperienza, userei “bomba”, parola che assume una sfaccettatura negativa nella prima parte per poi sfumare verso un significato sempre più positivo.
Infatti, durante il mio soggiorno nella famiglia ospitante, mi sono sentito un po’ escluso e non mi sono sentito trattato come un ospite o come parte del nucleo famigliare.

Quando le mie sorelle tornavano dai viaggi Lions e mi raccontavano le esperienze e le emozioni che avevano provato, non avrei mai pensato che sarebbe stato così anche per me.
Il mio viaggio ebbe finalmente inizio il 24 luglio dopo un'attesa infinita di giorni .
Inizialmente avevo timore di partire in particolar modo per il paese in cui andavo: mi era stata assegnata la Turchia, paese che non avevo mai messo in considerazione e che mai avrei pensato potesse cambiarmi così tanto.

La mia esperienza in Turchia devo dire che ha superato le mie aspettative; i miei dieci giorni nella mia host family ad Izmir sono stati tutti volti all’insegna della scoperta del cibo, della cultura e della vita quotidiana di uno studente medio turco: sempre in giro, sempre in viaggio per scoprire e conoscere luoghi e persone sempre nuove, infatti con un po’ di tristezza ho lasciato la mia host family il giorno dell’accoglienza al campo.I dieci giorni successivi sono stati un turbinio di emozioni e scoperte con un campo volto a farci conoscere non solo la realtà dei Lions locali, ma soprattutto le bellezze culturali e naturali tra Kusadasi ed Antalya con attività molto interessanti e variegate: mi ricorderò sempre della mattinata passata a fare rafting su un fiume tra le montagne o la giornata spesa in barca tra un mare fantastico, sole e tuffi, se si vuole una nota un po’ negativa a mio parere può essere stata l’eccessiva richiesta di foto, in quelle occasioni mi sono sentito più un oggetto da esposizione che altro, ma nonostante ciò l’esperienza è stata magnifica.

Una sola parola per iniziare: INDIMENTICABILE.
Indimenticabile per il gruppo soprattutto, anche se non nego che all'inizio ero un po' spaventata.
Penso che il viaggio sia stato reso migliore grazie alle guide e al gruppo. Il luogo, per la nostra cultura completamente differente, mi era difficile da apprezzare ma con l’esperienza vissuta sicuramente tornerò a visitare.
Per quanto riguarda le attività, anche se durante tutte le mattine non si faceva molto e ci lasciavano liberi, sono state abbastanza divertenti e coinvolgenti.
Mi sarebbe piaciuto visitare anche Helsinki e qualche altro posto tipico, oltre che laghi montagne e particolari del paesaggio finlandese.

Ciao, mi chiamo Luca e quest’estate ho fatto la prima esperienza con il programma campi e scambi giovanili e mi sono trovato benissim.
Ho incontrato nuove culture e fatto tante attività splendide.
Sono stato in Finlandia in una piccola città chiamata Mikkeli.
Questa esperienza mi ha fatto conoscere nuove persone di altri paesi e quindi mi ha permesso di fare conoscenze in diversi luoghi.
La bellezza di questa esperienza è il gruppo che si crea con persone di diversi paesi che si sono incontrate senza conoscersi e c’è uno scambio reciproco di conoscenze e cultura differente.
Amo conoscere il mondo e questa esperienza mi ha fatto molto piacere.

Sarà difficile trovare poche parole( visti i miei precedenti) per descrivere questa esperienza perché è impossibile esprimere ciò che ti lascia dentro. 
Queste due settimane nel campo di Benidorm, Costa Blanca possono essere descritte con una sola parola: scoperta. 
Scoperta senza dubbio di una città che nasconde oltre a un viso notturno estremamente moderno anche un mare e un paesaggio interno dove si può trovare la vera Spagna che abbiamo potuto osservare grazie alle attività che ci hanno permesso di sperimentare entrambe.

Ora vi racconterò la mia seconda bellissima esperienza di viaggio ad Istanbul con il Lions Clubs International.
Giorno 24 luglio dopo essermi recato a Roma e aver preso l’aereo, sono arrivato ad Istanbul, dove la mia splendida famiglia mi è venuta a prendere.
Era composta da 3 persone: il padre (Ahmet), il fratello più grande (Denizhan) e il fratellino più piccolo (Karahan).
Arrivati a casa, mi sono sistemato nella mia camera e siamo subito usciti a fare un giro del quartiere.
Era un bellissimo quartiere, che io lo avrei paragonato a un vero e proprio residence, pieno di parchi e zone verdi, piscine, palestra e campi da tennis e basket.
Le prime due giornate sono state molto di relax, abbiamo giocato con i suoi amici a basket e una volta tanto andavamo a farci un bagno in piscina, anche se faceva molto freddo.

Nr. Tot. Nr. Dest. Destinazione Titolo Report Autore Distretto Lions Distr. N. Report
1 1 Austria E’ stato un percorso veramente importante Sara Monsorno 108 Ib 3   Ia1  
2 2 Austria Mutual feeling of attention, desire to be together, emotional involvement Fabiana Bonaiuto 108 Ab   Ia2 1
3 3 Austria Sono stata in grado di fare emergere la mia personalità Margherita Marroccoli 108 Ya   Ia3  
4 1 Belgio Curiosità priva di pregiudizi Matilde Cigliano 108 La   Ib1 7
5 1 Danimarca Pianure sterminate, dominate da pale eoliche Agnese Lenni 108 La   Ib2  
6 2 Danimarca Our skill to work in groups had been tested Federica Catalano 108 Ab   Ib3 4
7 3 Danimarca Ho ascoltato storie mitologiche sui Vikinghi Maria Pia Lembo 108 Ya   Ib4  
8 1 Estonia Abbiamo formato un grande gruppo solido Giorgia Longo 108 IB3   Ta1  
9 2 Estonia Nazione giovane e pratica che guarda al futuro con occhi radiosi Michelangelo Marioli 108 La   Ta2  
10 1 Finlandia Ho scoperto una b ellissima nazione Francesco Bruzi  108 La   Ta3 1
11 2 Finlandia Momenti che resteranno con me per sempre Cristina Di Scetta 108 Ib 1   Tb 2
12 3 Finlandia … avevo perso la curiosità di viaggiare… Leonardo Civardi 108 Ib 3   La 11
13 4 Finlandia Taste of life… Miriam Metafuni 108 Ab   A 3
14 5 Finlandia Far from the darkness Sara Patano 108 Ab    
15 6 Finlandia Il mio viaggio in Finlandia Claudia Invernizzi 108 Ib 1   Ab 12
16 7 Finlandia La Finlandia: non avevo assolutamente una chiara idea di come fosse Alessandro Camesasca 108 Ib 1   Ya 12
17 8 Finlandia Viaggio in Finlandia Fernando Godino 108 Ya   Yb  
18 9 Finlandia Kiitos, grazie Stefania Di Serio 108 Ya   ? 3
19 10 Finlandia L’esperienza che i Lions mi hanno permesso di vivere quest’anno è stata indimenticabile Sara Di Lena 108 Ya   TOT 56
20 11 Finlandia The end came faster than everyone expected Belay Rizzo – 108 Ta 3        
21 1 Francia Come potevano tre settimane cambiare qualcosa che diciannove anni avevano formato? Giacomo Guzzi 108 Ib 1      
22 2 Francia Merci France! Maria Lucia Barbaro 108 Ab      
23 3 Francia Esperienza che ti cambia la vita Alessandro Ognibene 108 Tb      
24 4 Francia Ho vissuto a pieno la cultura e il modo di vivere francese Lorenzo Cantini 108 La      
25 1 Germania Non mi aspettavo una esperienza così bella e costruttiva Jacopo Metruccio 108 Ib 1      
26 2 Germania Una bellissima sorpresa Anna De Vizzi 108 IB3      
27 3 Germania Ho vissuto due settimane intense Gabriele Giacchero 108 Ia2      
28 4 Germania Camp in Bremerhaven Enrico Parato 108 Ab      
29 5 Germania Lions Jugendforum 2022 Giovanni Lurolo 108 Ya      
30 6 Germania Il mio viaggio in Germania Imma Bocchetti 108 Ya      
31 1 Irlanda Nice to be of help to the community Sofia Mellone 108 Ab      
32 2 Irlanda Un turbinio di nuove compagnie Margherita Pascucci 108 Ab      
33 1 Lituania Un sogno realizzato Federico Zarcone 108 La      
34 1 Norvegia Experience different cultures Cesare Alexander Genco 108 Ab      
35 2 Norvegia Staccare la spina Lucio Martini 108 Ab      
36 3 Norvegia I never imagined that the upcoming week would be so amazing Carlo Russo 108 Ya      
37 4 Norvegia Alle persone bellissime che ho incontrato Sofia Toschi  108 Tb      
38 1 Olanda Report di fine esperienza Marianna Franchini 108 La      
39 1 Olanda An amazing experience Davide Ricupero 108 Ab      
40 2 Olanda Opportunità di apertura mentale Lavinia Cantini 108 La      
41 3 Olanda La mia indimenticabile esperienza in Olanda Camilla Della Monica 108 Ya      
42 1 Portogallo Aurora… in Portogallo Aurora Saligari 108 Ib 1      
43 1 Slovacchia / Rep Ceca Serate sotto le stelle con ragazzi di tutta Europa Davide Bossi 108 Ib 1      
44 1 Serbia Il primo viaggio da sola; io e la mia valigia Sofia Guadagnolo 108 Ya      
45 1 Slovenia Compare yourself with kids fron different countries Alessandta D’ambrosio  108 Ab      
46 2 Slovenia Tantissime attività Hanno riempito le nostre giornate Gaetano Rondinone 108 Ya      
47 1 Spagna After two years of stop, here we are!!! Federica Pinto 108 Ab      
48 2 Spagna My experience in Spain Marta Belotti ?      
49 3 Spagna La mia esperienza in Spagna Elena Grieco ?      
50 4 Spagna Il caminito del rey Federico Pagnoni ?      
51 1 Svezia Oltre il circolo polare artico Maria Giulia Giacomoni 108 Ab      
52 1 Svizzera It had been quite hard to say bye Ginevra Ciardi 108 La      
53 1 Turchia Teşekkürler Turkey Chiara Maria Di Noia 108 Ab      
54 2 Turchia Esperienza incredibile Francesco Caverni 108 La      
55 3 Turchia Istanbul Fashion & Culture - Turkey Annagiulia Caverni 108 La      
56 4 Turchia L’esperienza al campo_ un qualcosa di indescrivibile Andrea Vittorio Guarini 108 Ya      

Il 7 luglio 2022 sono partita per quello che è stato il mio terzo campo Lions e questa volta ho avuto l’occasione di visitare e vivere quella che è la Norvegia.
Ho passato i primi 3 giorni con una ragazza danese in famiglia con un’anziana signora con cui ci siamo trovate bene fin da subito e con cui abbiamo visitato alcuni musei vicino alla sua città.
Al terzo giorno arriviamo nel luogo nel quale si sarebbe svolto il campo STRANDENGA per 13 giorni e abbiamo avuto modo di conoscere gli altri ragazzi/ragazze. Eravamo di 13 nazionalità diverse e fin da subito ci siamo trovati molto bene.

Continua su pdf

The exchange in Finland began with the reception by the host family at Oulu airport. 
After a tour of introductions we headed straight to the Arctic Circle in the village of Santa Claus. 
In the one night stay I experienced the famous Finnish saunas for the first time and enjoyed the sunlight constantly. 
The following days I visited Tampere, their summer cottage by the lake and in the meantime I did many walks in the forests and along the waterfront. 
All this immersed in Finnish culture with meals based mainly on potatoes and fish, but also eating delicious meats such as reindeer.
I also had the pleasure of attending a big festival in Oulu, with various singers from all over Finland. 

Finalmente ci sono riuscita: il primo viaggio da sola; io e la mia valigia, niente genitori parenti o amici.
Ammetto che all'inizio, quando mi hanno detto che sarei partita per la Serbia sono rimasta un po' delusa. Io fantasticavo su Londra ed il suo fermento artistico, Madrid e la sua movida, Parigi e la sua eleganza ma ogni viaggio è un'esperienza in più e questa aveva un valore aggiunto che si chiama indipendenza.
Non nascondo che solo nel momento dell'imbarco mi sono resa realmente conto che da lì in poi sarei stata io e le mie capacità di sbrigarmela da sola (seppur all'interno di un contesto organizzato). prima di partire ho cercato di documentarmi sulla Serbia e devo dire che leggendo della guerra che l'ha coinvolta molti anni fa avevo sviluppato alcune preoccupazioni, ma mi sono dovuta ricredere. Belgrado e Novi Sad sono città piene di vita, di giovani, di attività è cultura.

Nonostante le mie altissime aspettative riguardo le due settimane che avrei vissuto in Finlandia, la realtà ha superato di gran lunga le mie numerose immaginazioni. Ho trascorso 10 giorni presso il resort Eerikkila in cui si è svolto il campo e 10 giorni presso una accogliente e gentile famiglia.
L’esperienza al campo è stata intensa, mi ha permesso di conoscere un gruppo di coetanei 
provenienti da tutta Europa e sentirmi in mezzo a loro parte integrante di un vero e proprio gruppo di amici legandoci ogni giorno sempre più.
E’ stato davvero interessante confrontarsi con loro sui più diversi aspetti delle nostre vite e apprendere quanto la vita di un ragazzo della mia stessa età è diversa a non molti chilometri di distanza. Le attività al campo sono state le più molteplici a partire da giochi sportivi in gruppo, la tipica sauna finlandese, lezioni e tornei di golf e mini golf, visite turistiche di 
musei, fattorie e maneggi, meeting, pomeriggi al lago, passeggiate all’ interno del parco nazionale, competizioni stile camp idol o ancora corsi di canoeing e mountain bike nel bosco.

Continua su pdf