Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

ITALIA: what else?

Vorrei innanzitutto ringraziare i Lions Club per avermi dato questa bellissima opportunità e per avermi fatto conoscere un Paese a me prima totalmente ignoto. Non scorderò mai questa esperienza, una delle più indimenticabili della mia vita e non dimenticherò mai tutte quelle persone dal cuore d’oro che mi hanno accompagnato in questo viaggio.

Ammetto che quando ho saputo che sarei dovuta partire per la Moldavia ero molto perplessa perché di questo magnifico Paese prima non sapevo proprio nulla. Il mio primo aereo partiva lunedì 10 luglio da Venezia alle 6:30 per Monaco dove un’ora dopo ne partiva un altro per Chișinău.

Appena arrivata in aeroporto sono stata accolta subito dalla prima famiglia che abita a Dubăsari, città moldova appartenente alla Transnistria. In questa splendida famiglia sono rimasta solo quattro giorni, pochi ma molto intensi. I genitori e i due figli mi hanno portata ovunque: abbiamo visitato la capitale moldova Chișinău, la stazione idroelettrica e tutta la loro città, uno splendido monastero vicino a un piccolo villaggio tra le colline moldave e la grande cantina da Guinness dei Primati Milestii Mici. Questa famiglia è stata semplicemente unica e mi sentivo come parte di loro perché non solo mi hanno accolta ma hanno anche vissuto con me la mia esperienza e quando ho dovuto cambiare famiglia non sono riuscita a trattenere tutte le mie lacrime.

Venerdì 14 sono stata in una seconda famiglia altrettanto accogliente a Tiraspol, capitale della Transnistria. Con questa famiglia ho fatto molte nuove cose come andare a cavallo a Bender Fortress o visitare un allevamento per il caviale dove c’erano storioni dalle dimensioni impressionanti. Inoltre ho visitato un bellissimo monastero e siamo andati in barca e abbiamo anche cavalcato le onde del fiume. Mi sono trovata benissimo e abbiamo speso tutto il tempo possibile insieme; peccato però che il 18 luglio ho dovuto salutarli.

La terza famiglia è sempre di Tiraspol ed è stata una settimana altrettanto fantastica. Abbiamo passato le calde giornate visitando tantissimi luoghi interessanti come un monastero tra le rocce, un vero luogo di pace, e lo stupendo Mimi Castel. Abbiamo trascorso una bellissima giornata in barca e tanti pomeriggi in piscina perché faceva davvero caldo. La famiglia è stata davvero attiva per me e non si fermavano mai, mi sono sentita parte di loro.

Lunedì 24 invece sono andata al “camp” dove forse ho trovato l’unica parte negativa di questo viaggio: eravamo solo due italiani. Speravo di trovare tanti ragazzi dei Lions Club ma il campo mi è piaciuto comunque. In tutto eravamo in quattro, due italiani e due ragazzi del posto che si sono rivelati dei grandissimi amici e ora mi mancano molto. In questo luogo c’erano altri 300 ragazzi tutti del posto e anche se non mi conoscevamo mi salutavano sempre e l’ultimo giorno qualcuno ha anche pianto con me. Con Sasha e Sasha (Alexandra e Alexandru) mi sono divertita un mondo, abbiamo giocato a tennis, siamo andati a fare un giro in barca, abbiamo visitato lo Sheriff Stadium, siamo stati nel parlamento della Transnistria e a un meeting con i Lions della zona. Abbiamo cantato a squarciagola e ballato, ho provato a parlare in russo e ho tentato di insegnare loro l’italiano, siamo andati in piscina a nuotare come veri professionisti ma nessuno ci ha presi sul serio, mi sono divertita moltissimo e ho festeggiato con loro il mio diciottesimo compleanno, il più bello di sempre. Il 30 luglio (il giorno del mio compleanno) è stato un giorno fantastico ma anche triste perché era l’ultimo giorno in Moldavia, avrei voluto restare con loro ancora un po’ ma era arrivato il momento di tornare a casa. L’addio è stato molto difficile e ora che sono a casa mi mancano tutti quanti, spero tanto di rivedere un giorno tutte le persone fantastiche che ho incontrato, sicuramente non mi scorderò mai di loro.

Ringrazio tutte queste persone speciali che hanno condiviso le loro giornate con me, le famiglie, i ragazzi, i nuovi amici e i Lions della zona che sono stati sempre disponibili per qualsiasi cosa. Ringrazio di nuovo i Lions Club per avermi dato questa bellissima occasione, una delle esperienze più belle della mia vita.

Grazie mille

LIONS YOUNG AMBASSADOR

Logo Young Ambassador

LIONS YOUNG AMBASSADOR

News

Accesso Utenti

vuoi ospitare

 

Partire

logo lions