Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Tutto ha inizio in un giorno di dicembre quando mi è stato proposto di partecipare ad uno scambio giovanile Lions.
Sono stato molto determinato per la scelta della destinazione: l'Olanda.
Fin da piccolo ho avuto questo desiderio di ritornarci e finalmente questo piccolo sogno si è avverato. Precedentemente, ho avuto modo di viaggiare da solo all'estero e sì, ho avuto nostalgia di quei momenti, ma mai ne ho avuta tanta quanto questa esperienza.
Ero troppo entusiasta di poter vivere in una famiglia con abitudini e tradizioni diverse dalla mia, di poter incontrare gente proveniente da qualsiasi parte del mondo all'interno del campo.
Prima della partenza, ho avuto modo di incontrare persone che hanno partecipato ad uno scambio Lions e ciascuno di loro ha avuto solo parole di elogio a riguardo, di quanto fosse bello poter incontrare persone così diverse da te, ma allo stesso così simili. Tutti però continuavano aripetermi una frase: “Non importa la tua destinazione, ma chi hai intorno". Ero scettico a riguardo, non ero del tutto convinto, ma sia durante la mia permanenza in Olanda e siadopo il mio ritorno, posso anche io gridare quella frase ad alta voce.
E ora vi dimostro perché.

Continua su pdf