Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Mi trovo sull’aereo che, oggi 4 Agosto, mi riporterà a casa dopo una meravigliosa avventura, vorrei restare qui, vedere ancora ogni sera tardi il sole splendente, il verde che mi circonda e raccogliere i frutti di bosco nella foresta qui vicino a casa.
Questa stupenda esperienza è iniziato il 14 Luglio, quando sono partita da Milano Malpensa per Helsinki, devo dire che il giorno della partenza non ero particolarmente agitata cosa che però non si può dire della sera prima: ho aperto e controllato talmente tante volte la valigia e i documenti che ho perso il conto!
Appena arrivata nell’aeroporto della capitale sono stata accolta da un Lions e da Magdalena, la ragazza austriaca con cui avrei passato assieme due settimane in famiglia e nove giorni al camp.

Inseguito siamo state accompagnate , con altri ragazzi da tutto il mondo, alla stazione dove noi abbiamo preso il treno per Jyvaskyla (3h da Helsinki), dove avremmo finalmente incontrato la prima host-family. Alla stazione abbiamo incontrato Jani, il nostro host-dad, che si è mostrato fin da subito molto gentile e disponibile. Dopo venti minuti di macchina abbiamo raggiunto casa e conosciuto Paivi, l’host-mum, Patrick e Vilppu di otto e quattro anni. Durante questi giorni abbiamo visitato jyvaskyla, alcuni musei, siamo andate a fare trekking in un parco nazionale a Verla con alcuni amici e parenti, ma abbiamo anche vissuto la vita di tutti i giorni perché siamo andate al circo insieme con i bimbi, abbiamo preparato alcune torte, fatto il barbecue, pescato e provato SUP nel lago vicino a casa e fatto molte saune.
Sara1 Sara2
Ho passato una settimane bellissima e indimenticabile, mi sono sentita davvero parte della famiglia e quando ho dovuto lasciarli ci siamo tutti un po’ commossi.
Invece nella seconda famiglia, composta da Martti e sua moglie (anche loro molto disponibili) , abbiamo avuto la fortuna di visitare Helsinki per due giorni durante i quali io e Magdalena abbiamo avuto a disposizione molto tempo libero per girare insieme la città ed è stato molto divertente. Inoltre ci hanno portato a vedere i panda allo zoo, che si trovava vicino al loro summer cottage immerso veramente nella natura, dove siamo state per un paio di giorni. Inoltre abbiamo fatto anche un bellissimo giro in barca per tutta una giornata ed è stato molto rilassante e affascinante.
Gli ultimi giorni siamo state al Camp: “The past meets the present”, dove penso di aver passato la miglior settimana della mia vita!! Ho legato subito con le ragazze della mia camera che venivano da diversi paesi: Croazia, Germania, Israele e Cina. È incredibile come tante culture diverse riescano ad andare d’accordo. Tutti noi eravamo molto curiosi ed era bello rispondere e trovare risposte alle proprie curiosità.
Abbiamo passato molto tempo con gli scaut con i quali abbiamo costruito tende, barelle, casette per gli uccellini e molto altro. Siamo andati al parco avventura e a fare una bellissima passeggiata nel bosco conclusa con tutti noi seduti attorno al fuoco ad arrostire salsicce e a mangiare creap strepitose.
Il momento più triste è stato il penultimo giorno e quello della partenza, quando dovevamo preparare i bagagli per far ritorno a casa. Siamo diventati molto malinconici e abbiamo iniziato a firmare e a scrivere dediche sulle magliette, bandiere e anche diari.
Quella sera abbiamo concluso il camp con un sacco di lacrimee abbracci.
Ho conosciuto persone fantastiche grazie ai Lions, che mi hanno dato la possibilità di vivere questa stupenda ed unica esperienza. Vorrei ringraziare Laura Schiffo e Maria Martino, le mie referenti che si sono dimostrate sempre molto gentili e disponibili anche nel momento del bisogno.
Se tu che stai leggendo devi decidere dove andare SCEGLI la Finlandia.... Io ci ritornerei subito.

Sara3