Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Era il 6 luglio ed era anche la prima volta che viaggiavo completamente da solo, di notte.
Oltre alla tensione per quest’ultimo fatto mi riempivo la testa di domande su cosa avrei fatto lontano da casa per ben 2 settimane.
Io e il primo gruppo di ragazzi siamo arrivati di notte, per cui la prima mattina al campus eravamo tutti assonnati e cercavamo di scambiare timidamente due parole per passare il tempo.
Successivamente fra le varie attività di gruppo dei primi giorni abbiamo avuto il modo di conoscerci e di imparare di più gli uni sugli altri.
Al campus erano presenti ragazzi e ragazze da ben 18 paesi diversi e si trovava sempre qualcosa su cui scherzare tutti insieme.
Dopodiché sono iniziate le gite e le escursioni e da quel momento il tempo è letteralmente volato.

Fra attività di puro divertimento, come l’acquafan, la gita in barca, il luna park le giornate in spiaggia e quelle con un aspetto culturale dietro, come le visite alle città e le spiegazioni non siamo mai stati con le mani in mano ad annoiarci.
Alla cerimonia di chiusura mi sembrava fosse passato un solo giorno da quella di apertura...
Ci eravamo incontrati tutti da qualche giorno e sembrava di conoscerci da una vita.
Ho incontrato delle persone davvero fantastiche, ognuna con la sua storia e le sue avventure, ed il solo pensiero che probabilmente non li avrei più rivisti era tristissimo.
Sono state le due settimane più belle, intense e divertenti che riesco a ricordare, e sarà sicuramente per tutta la mia vita un’ esperienza da raccontare.

Giulio1