Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

6 Luglio 2019 ore 18:15 partenza da Napoli per prendere il volo diretto per Vienna.
Ricordo molto bene l' ansia prima di partire poiché, nonostante i tanti viaggi fatti in aereo, questo è stato il mio primo volo fatto completamente sola. Non sapevo minimamente  cosa aspettarmi da questo viaggio e non appena lasciati i miei genitori all'ingresso dei controlli di sicurezza mi sentivo disorientata e preoccupata.
Fortunatamente subito sono riuscita ad ambientarmi e ad affrontare il viaggio nel modo più sereno possibile.
Al mio arrivo a Vienna c'erano ad aspettarmi un accompagnatore dei Lions insieme al mio Host father Paul e una delle mie Host sisters Katharina di 12 anni, mi hanno accolta in modo molto affettuoso e da subito mi hanno fatto sentire a mio agio.
Dopo i saluti e le presentazioni siamo usciti dall'aeroporto e recati in auto dove abbiamo viaggiato per circa 1 ora e mezza per raggiungere la loro casa che era situata in un villaggio chiamato Karl nella regione di Burgenland dove avrei speso una settimana con la mia Host family.
M.Chiara1 M.Chiara2Ad accogliermi in casa c'era la restante parte della mia famiglia ospitante, Silvia la mia Host mother e gli altri due figli Matthias di 14 anni ed Helena di 9 anni.
Subito mi hanno mostrato la casa la quale era molto spaziosa e moderna con un ampio giardino esterno, inoltre io avevo una camera tutta mia compresa di bagno privato.
Nei giorni che seguirono mi portarono a visitare molti monumenti simbolo di questa regione dell'Austria come castelli e residenze di una famiglia prestigiosa di Burgenland ovvero gli Esterhazy.
M.Chiara3Durante quei giorni ho potuto apprezzare paesaggi molto  diversi da quelli che sono solita vedere in città, poiché erano prevalentemente di campi coltivati e colline.
Ho cercato di ambientarmi e seguire il loro stile di vita molto semplice fatto prevalentemente di contatto con la natura e di interazioni personali, usando molto poco le tecnologie moderne come cellulari e televisione ed ho apprezzato anche molto il cibo tipico lontano da quello a cui sono abituata, ma altrettanto buono.
Una delle cose fatte con la mia Host family che più mi ha colpita è stata quando mi hanno portata a vedere uno spettacolo di Operetta, in un bellissimo teatro all'aperto su un lago, ad assistere allo spettacolo vi erano circa 3000 persone, è stata un'esperienza fantastica!
M.Chiara7Il settimo ed ultimo giorno con la mia Host family è stato molto triste dato che mi hanno portata al campo dove sarei stata altre 2 settimane e quindi ho dovuto salutarli.
L'esperienza nel campo è stata entusiasmante, ho conosciuto persone provenienti da tutte le parti del mondo dall'America al Taiwan, all'Europa dell'Est, Norvegia, Finlandia, Germania,Russia Inghilterra e anche due ragazze italiane ecc.
Ho fatto cose che non avrei mai pensato di fare nella mia vita ad esempio nel climbing park, ci siamo lanciati da un albero di circa 9 metri oppure il volo nel deltaplano o ancora i 28 km in bici intorno al lago situato vicino il nostro campo nel quale abbiamo anche fatto il bagno.
Inoltre,essendo un campo sportivo ho potuto praticare il mio sport preferito ovvero la pallavolo, facendo partite tante partite.
E' stato davvero bello socializzare con persone di altre nazionalità, ed è stato altrettanto difficile lasciarli al momento del rientro a casa, infatti eravamo tutti molto in lacrime e con la consapevolezza che probabilmente non ci saremmo rivisti più.
Per finire posso dire che è stata un'esperienza che mi ha fatto molto crescere da tutti i punti di vista e più passa il tempo più riesco ad apprezzare tutto ciò che mi ha trasmesso che porterò dentro di me per il resto della vita!
M.Chiara5