Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Il Canada per me è stata la mia seconda esperienza con i Lions Exchange Camp che mi hanno dato la possibilità di viaggiare anche quest'anno con un viaggio di circa tre settimane.
Arrivato a Calgary airport dopo uno scalo fatto ad Amsterdam sono salito su un pulmino che mi ha portato a Medicine Hat circa cinque ore di distanza da dove la mia host family mi è venuta a prendere.
La prima settimana l'ho passata in famiglia con un altra ragazza francese facendo molte attività diverse, come andare in una riserva naturale a vedere i bufali ormai estinti, oppure vedere cose caratteristiche delle città vicine come musei o monumenti ( la città più vicina in realtà era a circa 1 ora di macchina dalla mia fattoria, ma in Canada è normale viaggiare ore e ore perchè le distanze sono molto grandi).
Le cose più belle di abitare lontano da tutto era che molto spesso si potevano vedere cerbiatti, antilopi e a volte anche alci proprio sotto casa ed il silenzio e la tranquillità che c'era e trasmetteva quel posto era una cosa indescrivibile .

La seconda settimana invece l'ho passata al campo Lions con altri trenta ragazzi di tredici nazionalità diverse con le mie stesse intenzioni di conoscere personee abitudini diverse dalle proprie.
Leonardo1
Al campo abbiamo fatto tantissime attività diverse tutti i giorni dal volontariato, alle camminate, escursioni in canoa, giochi di squadra e così via.
L'ultima settimana l'ho passata in un campeggio con la mia host family; di giorno andavamo a pescare nel laghetto di fianco a dove abitavamo oppure facevamo passeggiate a cavallo, la sera, stavamo tutti intorno al fuoco come un vera e propria famiglia raccontandoci le cose che ci erano piaciute e ci avevano divertito della giornata mangiando mashmallow arrostiti sul fuoco.
Leonardo3
Nel complessivo la mia seconda esperienza con i Lions è stata molto divertente e piacevole, e soprattutto è servita molto come crescita sia personale sia di linguaggio e mi sento di consigliarla a tutti.

Leonardo2