Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Raccontare un’esperienza simile attraverso un reportage non è per niente semplice . Inizio dicendo che per me questo è stato un viaggio indimenticabile sotto molti punti di vista : ho avuto l’opportunità di poter convivere con delle persone che hanno vite , culture, modi di pensare molto differenti tra loro e soprattutto da me ..

Ho conosciuto in qualche modo la quotidianità delle loro vite, le loro espressioni verbali, i lori gusti riguardo la musica e il cibo e moltissimi altri aspetti arrivando alla conclusione che per quanto si può essere differenti , per quanto non parliamo le stesse lingue c’è qualcosa di universale che ci unisce tutti , incondizionatamente. I primi giorni , devo ammetterlo , è stato un inferno : il primo viaggio così lontano da casa , non avere nessuno che conosci su cui appoggiarsi , la mia conoscenza del francese molto fragilema fortunatamente ho avuto la lucidità di mettere da parte tutto questo e anche attraverso l’aiuto degli animatori, dei ragazzi , del presidente stesso del campus tutto ben presto è stato un lontano ricordo. 
Inoltre ho avuto l’opportunità di svolgere attività che fin ad ora non avevo mai fatto come: il judo , il tiro con l’arco , il campeggio , la scalata per non parlare di tutti i bellissimi posti che abbiamo visitato .

Purtroppo momentaneamente il mio computer non funziona e non posso allegarvi le foto del viaggio appena risolvo il tutto ve le manderò con le rispettive descrizione . Grazie di tutto!