Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

La mia prima avventura lionistica è iniziata il 5 luglio 2015 quando sono salito sul bus che mi avrebbe condotto a Catania, dove subito sono stato accolto da amici di famiglia che non avevo mai conosciuto ma, mi hanno trattato come un figlio per due giorni

Il 7 luglio sono ripartito dall’Aeroporto Internazionale di Catania dove ho incontrato i primi due compagni di avventura: Paolo e Alice, entrambi di Piazza Armerina. Assieme siamo partiti per Malta a abbiamo affrontato uno scalo di 8 ore per poi ripartire in direzione LARNACA, CIPRO. Appena arrivati in aeroporto c’erano due signore dei Lion’s locali che ci aspettavano assieme ad altri ragazzi arrivati qualche ora prima di noi e subito saliamo su un bus locale e dopo un’altra ora arriviamo al camp. L’impatto visivo è stato un po’ brutto per tutti noi dato che ci aspettavamo un po’ di più… dopo una mezzoretta di sconforto arrivano i team-leader (FANTASTICI TEAM-LEADER) che sin da subito ci hanno coinvolto in canti accompagnati dalle loro chitarre e balli tipici.

Già dal primo giorno si fa amicizia con tutti in particolare con Guido di Mantova con il quale sembra che ci conosciamo dalla nascita e Kyriakos uno dei ragazzi di Lymassol più grandi. Sin da subito ci fanno conoscere il loro mare fantastico e si inizia già con le prime escursioni nelle maggiori città di Cipro: Paphos, Lymassol, Nicosia, Famagusta. Stupenda l’escursione in barca che ci ha mostrato tutta la costa Sud-Orientale. Sono rimasto stupito dal mio parlare greco, mi hanno fatto molti complimenti per questo durante una delle tante lezioni di greco nelle quali abbiamo imparato la canzone Pame kalokairi… bellissima. Le attività in campo sempre costruttive e ben organizzate, purtroppo avevamo la siesta dalle 14 alle 17 per il sole e le temperature troppo alte. Una sera siamo andati al Luna Park ed avendo già delle amicizie siamo andati in giro per gruppetti, mi è dispiaciuto per Dasha dalla Bielorussia perché ha rotto il telefono su una giostra. 

Ovviamente gli ultimi giorni sono stati bruttissimi perché sapevamo che la fine del campo era vicina e già nel terzultimo giorno c’era aria di sconforto e subito sono intervenuto per alzare il morale e ho fatto sorridere tutti con qualche battuta o il mio movimento di pancia che è stato inserito anche nel video mostrato ai lion’s locali nella cerimonia di chiusura.

Campo stupendo ci vorrei ritornare per gli amici e il panorama stupendo, per i team-leader e soprattutto PER IL CIBO TIPICO.

Ringrazio i Lions Italiani e soprattutto quelli della zona MD 108 YA. Un ringraziamento speciale a Maria Martino che mi ha messo a conoscenza di questo mondo fantastico e che mi ha consolato nei miei momenti di sconforto.

P.S. mi sembra quasi strano scrivere di nuovo in italiano!!!