Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Ciao a tutti! Mi chiamo Francesca Giraudo e quest’estate, grazie al Lions Club, ho trascorso un mese indimenticabile nella cittadina canadese di Tiny, a circa due orette da Toronto.
Avevo da sempre nutrito un certo interesse per il Canada e per i suoi paesaggi mozzafiato.
Così non potevo che essere felice per questa nuova avventura che si prospettava dinnanzi a me. Tuttavia, non nascondo un po’ di paura prima della partenza, poiché era la prima volta che andavo dall’altra parte dell’oceano senza i miei genitori. Oggi, ad esperienza conclusa, posso affermare che il Canada mi abbia cambiato: mi ha reso una persona più consapevole, indipendente, ma, in particolar modo, sono riuscita ad abbattere il muro della timidezza e a vivermi appieno questo scambio.

Al mio arrivo all’aeroporto di Toronto, nel tardo pomeriggio del 27 giugno, venni accolta da una pioggia battente, il tipico clima canadese a cui velocemente ci si abitua. Dopo aver
sbrigato alcune formalità e ritirato la mia valigia, mi reco, piena di euforia, verso l’uscita. In lontananza intravedo la mia host mum, Linda, intenta a sventolare in aria un cartello con il mio nome.

 

Continua su