Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Se qualcuno me l'avesse raccontato non ci avrei mai creduto. 

Una diciassettenne dall'altra parte del mondo..apparentemente sola! Dico apparentemente perché durante questi scambi non sei mai solo, ovunque vai ti crei una famiglia (anche se si tratta dell'altra parte del pianeta).

 

Durante il periodo iniziale hai una nuova mamma e un nuovo papà e io quest'anno ho avuto anche la fortuna di condividere le prime tre settimane di viaggio con una persona davvero speciale dall'Ungheria, una ragazza solare che già al mio arrivo in aeroporto era come una sorella per me. Ovviamente io con la mia solita sfiga avevo perso subito il bagaglio.. Ritrovato fortunatamente poco dopo. Ma ovviamente non è mancato il panico del pensare "oddio adesso come faccio a stare un mese lontano da casa senza tutte le mie cose?". E chi l'avrebbe mai detto che avrei trovato una famiglia così accogliente da aiutarmi in tutto e per tutto? Chi mi prestava vestiti, giacche...tutti preoccupati!E per famiglia non intendo soltanto i membri della mia host family ma l'intero distretto di Warwick, la cittadina in cui ero, i quali mi hanno regalato ricordi indimenticabili. Un grazie va anche a loro che mi hanno portato alla scoperta di posti meravigliosi.

Ma non è finita qui.. Dopo aver passato tre settimane con delle persone bellissime arriva il momento del camp. È davvero strano come si possano provare tutte queste emozioni nello stesso momento, perché un attimo prima sei tristissimo per via del saluto alla tua host family e un attimo dopo fai conoscenza con quella trentina di ragazzi provenienti da tutto il mondo e ti riempi di felicità e curiosità. E sono proprio quei ragazzi così diversi tra di loro, con diverse culture.. diverse lingue.. diversi modi di fare.. Che devono inevitabilmente imparare a convivere, perché per circa 10 giorni ci passi 24 ore su 24. Finché non diventano proprio loro la tua famiglia. Bastano poche ore perché accada, è inspiegabile come una giornata in viaggio lontano da casa con gente nuova sembri infinita, così tanto che quei dieci giorni non sembrano poi così pochi!
È davvero bellissimo come tu sappia esatte te che anche se prima o poi questo camp dovrà finire avrai tantissimi fratelli e sorelle sparsi per il mondo, a cui basta solamente un messaggio per mettersi d'accordo ed incontrarsi . Credo che oltre ai luoghi meravigliosi che visti, la bellezza di questi scambi sia la compagnia che trovi, perché puoi anche visitare un paese stupendo da solo ma non sarà mai la stessa cosa di avere la possibilità di condividere queste esperienze con persone altrettanto stupende !

Così volevo ringraziare l'associazione Lions per tutto questo perché è il secondo anno che mi regala emozioni ed esperienze fantastiche, ma soprattutto mi fa conoscere persone così speciali. Grazie a tutti voi e un ringraziamento speciale a Stefania Trovato e Loris Baraldi che hanno reso tutto questo possibile! Grazie and G'Day Mate