Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

ITALIA: what else?

COMUNICATO

 

Il Consiglio dei Governatori del MD 108 Italy, ha deciso di
annullare l'edizione 2020 dei Campi e Scambi Giovanili.

Preoccupato dell'incolumità dei ragazzi e delle famiglie, che avrebbero ospitato i ragazzi stranieri in arrivo, per dare vita ai Campi per la gioventù italiani, ha dovuto prendere questa dolorosa decisione con effetto immediato.
Nel 2021 si cercherà di dare la precedenza, sia ai ragazzi a cui era già stata assegnata una destinazione straniera, che a quelli accettati dall'estero.

Quindi l'appuntamento e solamente rimandato all'anno prossimo.
VIVA GLI SCAMBI GIOVANILI LIONS !!

 

The Governor Council of MD 108 Italy, decided to cancel the 2020 edition of the Youth Camps and Exchanges program.
Concerned about the safety of the young people and families, who would host the incoming foreign guys assigned to the Italian youth camps,  had to make this painful decision with immediate effect.
In 2021 all youths that have been accepted in Italian camps this year and in the same way the Italian guys who had assigned a foreign destination will be accepted in priority next year 
So the appointment is only postponed to next year.

LONG LIVE THE LIONS YOUTH EXCHANGES !!

 

 

Vi immaginate mai come deve essere fare il giro del mondo?
Come si deve essere sentito Magellano, quando quasi alla fine del suo viaggio è morto nelle Filippine?
All’altro capo del globo si cammina a testa in giù?
Domande che possono sembrare sciocche, eppure erano le uniche che si affacciavano alla mia mente nei mesi precedenti al mio viaggio, oltre alla comprensibile paura di perdersi negli aeroporti, addirittura, di perdere l’aereo. Ho 17 anni e non avrei mai pensato che un’opportunità del genere potesse presentarsi.Sono partita a metà dicembre per una di quelle che considero come le esperienze migliori della mia breve vita.
Per la prima volta ho viaggiato da sola, ho imparato cosa vuol dire dover contare solo su se stessi e non avere un adulto che ti guida nelle decisioni e ti riporta nella giusta direzione se ci si perde.

Serenità e condivisione sono forse le prime parole che mi vengono suscitate se ripenso al mio scambio con il programma Lions Youth Exchange in Sri Lanka. 
Sí, perché forse é proprio questo che dà un valore aggiunto alle emozioni: saperle vivere con serenità insieme a qualcun altro, che in questo caso, inoltre, non conosci nemmeno.
Fin dalla prima sera, appena arrivata a casa di Manju (il coordinatore dello scambio) ho percepito un clima molto diverso da quello a cui sono abituata: era come se la “distanza” e le differenze che accumunavano ognuno di noi 8 campers fossero davvero minime, ancor prima di conoscerci.

Il 20 Dicembre 2019 sono partito per la Nuova Zelanda, il paese dei Kiwi e di paesaggi unici al mondo.
L’Oceania era l’unico continente che ancora non avevo visitato (sempre grazie agli scambi giovanili Lions ho avuto la possibilità di andare in Brasile e in Giappone).
Partendo da Milano ho fatto scalo a Dubai, dove ho incontrato gli altri tre ragazzi italiani, Elena, Francesco e Marta, con i quali ho preso il secondo volo per Auckland, che ha fatto scalo a Bali, in Indonesia. Il volo in totale è durato quasi 30 ore, è stato il viaggio più lungo che abbia mai fatto, ed è stato abbastanza stancante.
Una volta arrivati all’aeroporto di Auckland io e Marta abbiamo preso un ultimo piccolo aereo che ci avrebbe portato dalla nostra prima famiglia ospite, gli Shoemark, Leah e Malvern.
Mi hanno accolto per una settimana, ho passato il Natale insieme alla loro grande famiglia (avevano 3 figli per un totale di 8 nipoti).