Il nostro sito fa uso di cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'uso di questi file.

Welcome!

FerraraI campi Lions sono in piena attività.
L'impegno dei Lions italiani è all'apice!
Dopo un anno di preparativi, finalmente si può rendere concreto l'impegno a creare uno spirito di comprensione tra i popoli della terra.

 

 Elenco dei report inviati dai ragazzi che hanno dato vito ai nostri Campi per la gioventù

 

 Elenco dei report inviati dai ragazzi che hanno partecipato al programmascambi giovanili recandosi all'estero

 

Prima di ogni altra cosa, vorrei ringraziare infinitamente l’associazione Lions Club per l’incredibile ed emozionante opportunità che mi è stata offerta, per la quale sarò sempre grato e che non dimenticherò facilmente. In secondo luogo, sento il dovere di ringraziare ancora una volta tutte le famiglie che mi hanno ospitato durante il mio soggiorno e le persone che ho incontrato e conosciuto durante questa esperienza, le quali mi hanno fatto sentire a mio agio durante tutta la permanenza.
Il mio viaggio è iniziato il 2 luglio 2018 con la partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa verso Chişinău, capitale della Moldavia.
La scelta del paese da visitare è stata per certi versi obbligata, anche se, a seguito dell’esperienza svolta, non rimpiango assolutamente la decisione di partire e non avrei scambiato la Moldavia con nessun’altra destinazione che magari inizialmente può sembrare più gettonata.

I miss Italy already!
This was one of the best experiences of my life, I loved every minute of this Camp.
My host families were all very nice, and made me feel like I was part of the family.
I especially liked Matera and Capri.

Partiamo dal dire che questa esperienza non si potrà mai riassumere in queste poche righe.
Il mio viaggio inizia il 29 giugno da Bologna, dopo 24 ore su 4 diversi voli arrivo a Canberra la capitale dell’Australia.
Ad attendermi c’è David che mi ospiterà per due settimane in un piccolo paesino, Binalong.
In questo mio viaggio mi accompagnerà un ragazzo statunitense Jim con cui ho fatto da subito grande amicizia.
Binalong è un paesino di 250 abitanti con un caffè, un albergo e pochi altri negozi, non è sicuramente la classica città che si andrebbe a visitare in Australia, ma è questo lo spirito con cui si fa questo viaggio, scoprire la “vera” vita di un australiano.

Continua su